Studio Castelli & Labella

Gli Associati - 1984

dott. rag. Emilio Castelli, classe 1952

dott. rag. Emilio Castelli
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 102A, con anzianità 1978, col titolo di ragioniere commercialista;
  • revisore contabile;
  • tributarista, iscritto dal 1989 all'A.N.T.I. di Como, membro della Confédération Fiscale Européenne con sede a Parigi (European Register of Tax Adviser);
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como.
Operativo presso lo Studio di Cermenate, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria, in particolar modo del patrocinio nel contenzioso tributario; della consulenza aziendale e societaria; della consulenza contrattualistica; delle procedure arbitrali.

dott. rag. Giulio Labella, classe 1957

dott. rag. Giulio Labella
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 139A, con anzianità 1981, col titolo di ragioniere commercialista;
  • revisore contabile;
  • tributarista, iscritto dal 2000 all'A.N.T.I. di Como, di cui è segretario, membro della Confédération Fiscale Européenne con sede a Parigi (European Register of Tax Adviser);
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como.
  • mediatore professionista in controversie civili e commerciali
Operativo presso lo Studio di Como, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria; della consulenza economico aziendale; della consulenza societaria.

dott. Francesco Castelli, classe 1982

dott. Francesco Castelli
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 838A, con anzianità 2009, col titolo di dottore commercialista;
  • revisore contabile;
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como;
Associato dal 1° gennaio 2014, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria, della consulenza economico aziendale e societaria, di analisi di bilancio e di pianificazione economico-finanziaria.

• NOTIFICA A CONTRIBUENTE DECEDUTO - CAUSE DI NULLITA'
08/05/2019

L'art. 65 del DPR n. 600/1973 impone agli eredi del contribuente deceduto di comunicare all'Agenzia delle Entrate le proprie generalità e il proprio domicilio fiscale. In difetto, l'Ufficio potrà notificare atti intestati al de cujus agli eredi, impersonalmente e collettivamente nell'ultimo domicilio del loro dante causa.
La Corte di cassazione, con ordinanza n. 7391 del 15.3.2019, ha st...

• TRIBUTI STATALI - PRESCRIZIONE QUINQUENNALE
02/05/2019

La Corte di cassazione, con sentenza n. 30362 del 10.10.2018 e depositata il 23.11.2018, ha statuito che il cittadino può chiedere al Giudice l'estinzione del credito erariale per intervenuta prescrizione breve per qualsiasi atto amministrativo di natura accertativa.

• CONTRASTO GIURISPRUDENZIALE - INAPPLICABILITA' DELLE SANZIONI
23/04/2019

Le sentenze discordanti fanno scattare l'incertezza normativa che esonera il contribuente dalle sanzioni fiscali.
È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con l'ordinanza n. 11084 del 19 aprile 2019, ha accolto il ricorso di una società che aveva impugnato una decisione sull'Ici. In molte occasioni i Supremi giudici hanno escluso l'applicabilità delle sanzioni in caso di veri e...

• ROYALTY - RITENUTA AL 5% - RESIDENTE ESTERO
19/04/2019

La Corte di cassazione, con ordinanza n. 10706/2019, confermando la sentenza della C.T.R. Abruzzo n. 1080/2012, ha statuito che ai fini dell'applicazione dell'aliquota minima del 5% prevista dall'art. 12 della Convenzione Italia-Svizzera, sulle royalty dovuta all'erario del Paese in cui risiede l'impresa che le corrisponde, non è necessario che il residente nell'altro Paese, che ne riceve il pa...

• RITENUTE OPERATE MA NON VERSATE - ESCLUSA RESPONSABILITA' SOLIDALE
16/04/2019

La Corte di cassazione, a sezioni unite, con sentenza n. 10378 del 26.3.2019, depositata il 12.4.2019, ha sancito la non responsabilità solidale del sostituito qualora il sostituto d'imposta abbia operato la ritenuta d'acconto, ma non l'abbia versata all'Erario.

  Vai a Collaboratori
Archivio News
apinadesign, 2007