Studio Castelli & Labella

Gli Associati - 1984

dott. rag. Emilio Castelli, classe 1952

dott. rag. Emilio Castelli
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 102A, con anzianità 1978, col titolo di ragioniere commercialista;
  • revisore contabile;
  • tributarista, iscritto dal 1989 all'A.N.T.I. di Como, membro della Confédération Fiscale Européenne con sede a Parigi (European Register of Tax Adviser);
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como.
Operativo presso lo Studio di Cermenate, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria, in particolar modo del patrocinio nel contenzioso tributario; della consulenza aziendale e societaria; della consulenza contrattualistica; delle procedure arbitrali.

dott. rag. Giulio Labella, classe 1957

dott. rag. Giulio Labella
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 139A, con anzianità 1981, col titolo di ragioniere commercialista;
  • revisore contabile;
  • tributarista, iscritto dal 2000 all'A.N.T.I. di Como, di cui è segretario, membro della Confédération Fiscale Européenne con sede a Parigi (European Register of Tax Adviser);
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como.
  • mediatore professionista in controversie civili e commerciali
Operativo presso lo Studio di Como, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria; della consulenza economico aziendale; della consulenza societaria.

dott. Francesco Castelli, classe 1982

dott. Francesco Castelli
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 838A, con anzianità 2009, col titolo di dottore commercialista;
  • revisore contabile;
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como;
Associato dal 1° gennaio 2014, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria, della consulenza economico aziendale e societaria, di analisi di bilancio e di pianificazione economico-finanziaria.

• MANCATA TENUTA DELLA CONTABILITA' - NON IDENTIFICA REATO
16/01/2018

La Corte di cassazione, con sentenza 15.1.2018 n. 1441, ha statuito la non rilevanza penale in capo all'imprenditore che non abbia mai tenuto la contabilità.
Tale illecito è riconducibile alle previste sanzioni amministrative, ai sensi dell'art. 9 del D. Lgs. n. 471/1997.
Secondo i Giudici di legittimità la condotta sanzionata dall'art. 10 del D. Lgs. n. 74/2000 è solo quella di ...

• PROFESSIONISTI - PRIVILEGIO IVA E CONTRIBUTO INTEGRATIVO
05/01/2018

L'art. 1, co. 474, della legge n. 205/2017, ha modificato l'art. 2751-bis, co. 1, del c.c., annoverandovi il contributo iintegrativo previdenziale e l'IVA.
E' ora stabilito che il privilegio generale sui mobili è riconosciuto ai crediti per gli onorari professionali, compresi il contributo previdenziale e l'IVA, per gli ultimi due anni di prestazione.
Precedentemente, il privileg...

• SCONTRINI - OMISSIONE - ACCERTAMENTO
01/12/2017

La Corte di cassazione, con ordinanza n. 28740 del 30.11.2017, ha affermato che in caso di mancata emissione di scontrini o ricevute fiscali, l'accertamento induttivo è valido a condizione che vengano considerati anche i costi sostenuti dall'imprenditore. L'irregolarità omissiva non è tale da consentire al fisco di prescindere dalle scritture contabili. I giudici di legittimità hanno accolto un...

• COMODATO - RESIDENZA - PREVALENZA ESIGENZE FAMILIARI
28/11/2017

La Corte di cassazione, con sentenza n. 26954/2017 del 15.11.2017, ha affermato che nel caso di comodato immobiliare il termine finale del contratto si estende sino a quando permangono le esigenze abitative della famiglia e che all'immobile venga impresso un vincolo di destinazione alle esigenze abitative familiari a favore di tutti i componenti e non solo a titolo personale del comodatario.

• PROCURA LEGITTIMA ANCHE SE NON SPILLATA AL RICORSO
14/11/2017

La Corte di cassazione, SS.UU., con sentenza n. 26338/2017 in data 4 aprile-7 novembre 2017, ha affermato che la procura alle liti depositata col ricorso, anche se non spillata materialmente allo stesso, è da ritenersi valida.

  Vai a Collaboratori
Archivio News
apinadesign, 2007