Studio Castelli & Labella

Gli Associati - 1984

dott. rag. Emilio Castelli, classe 1952

dott. rag. Emilio Castelli
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 102A, con anzianità 1978, col titolo di ragioniere commercialista;
  • revisore contabile;
  • tributarista, iscritto dal 1989 all'A.N.T.I. di Como, membro della Confédération Fiscale Européenne con sede a Parigi (European Register of Tax Adviser);
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como.
Operativo presso lo Studio di Cermenate, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria, in particolar modo del patrocinio nel contenzioso tributario; della consulenza aziendale e societaria; della consulenza contrattualistica; delle procedure arbitrali.

dott. rag. Giulio Labella, classe 1957

dott. rag. Giulio Labella
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 139A, con anzianità 1981, col titolo di ragioniere commercialista;
  • revisore contabile;
  • tributarista, iscritto dal 2000 all'A.N.T.I. di Como, di cui è segretario, membro della Confédération Fiscale Européenne con sede a Parigi (European Register of Tax Adviser);
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como.
  • mediatore professionista in controversie civili e commerciali
Operativo presso lo Studio di Como, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria; della consulenza economico aziendale; della consulenza societaria.

dott. Francesco Castelli, classe 1982

dott. Francesco Castelli
  • iscritto all'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Como, nella sezione "A-commercialisti" dell'albo, col n. 838A, con anzianità 2009, col titolo di dottore commercialista;
  • revisore contabile;
  • consulente tecnico del Giudice presso il Tribunale di Como;
Associato dal 1° gennaio 2014, si occupa principalmente della consulenza fiscale e tributaria, della consulenza economico aziendale e societaria, di analisi di bilancio e di pianificazione economico-finanziaria.

• RITENUTE D'ACCONTO NON CERTIFICATE - SCOMPUTABILI
18/07/2018

La Corte di cassazione, con sentenza n. 18910 depositata il 17.7.2018, ha statuito che le ritenute d'acconto subite, anche in assenza della relativa certificazione, sono scomputabili dal contribuente in sede di dichiarazione dei redditi.
Secondo la Corte, infatti, il contribuente che effettivamente ha subito la ritenuta non può essere nuovamente assoggettato all'imposta per il semplice ...

• AFFITTO D'AZIENDA - BANCAROTTA - INSUSSISTENZA
16/07/2018

La Corte di cassazione, sez. V penale, con sentenza 12.7.2018 n. 32049, ha statuito che non c'è bancarotta per distrazione se manca la prova dell'affitto d'azienda fittizio.

La mera cessione dell’azienda, ancor più se solo in affitto, non può costituire di per sé un fatto distrattivo (anche se destinata ad assorbire l’intera capacità produttiva della società cedente) perché quel ...

• SOCIETA' DI COMODO - IMMOBILIARI
25/06/2018

La Commissione Tributaria di Milano, con sentenza n. 1679/3/2018, ha stabilito che non può essere considerata di comodo l'immobiliare che dimostra di aver tentato di vendere o locare gli immobili, dando incarico ad un'agenzia, riducendo anche il prezzo richiesto.

• COMPENSO C.T.U. - SOLIDARIETA' TRA LE PARTI IN LITE
18/06/2018

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 15204/2018 del 28.2.2018, depositata il 12.6.2018, ha precisato che, il CTU operando nell'interesse della giustizia, con mandato neutrale, dopo aver chiesto inutilmente il quantum dovuto, può esigere il pagamento solidale del suo compenso alle parti, senza che rilevi la ripartizione di questa voce di spesa contenuta nel provvedimento definitivo.

• LA CESSIONE GRATUITA DEL TERRENO DIMINUISCE LA PLUSVALENZA
15/06/2018

La Corte di cassazione, con sentenza n. 15008 depositata l'8.6.2018, ha statuito che la cessione gratuita al Comune di parte del terreno aumenta il costo dello stesso ai fini della determinazione della plusvalenza, diminuendone l'imponibile.
La pronunzia conferma la decisione della C.T.R. di Milano n. 93/2011.

  Vai a Collaboratori
Archivio News
apinadesign, 2007